News.

Incentivi a fondo perduto per la digitalizzazione delle PMI

a cura di Fabrizio Mastroianni

Un’impresa digitalizzata gode di vantaggi economici in termini di competitività, esportazioni e nuove opportunità sul mercato interno.

Il decreto legge “Destinazione Italia” approvato lo scorso dicembre dal Consiglio dei Ministri contiene importanti interventi per il miglioramento dell’ambiente delle imprese.

Diverse le misure rivolte alle imprese tra cui gli incentivi a fondo perduto per ladigitalizzazione delle PMI. I finanziamenti a fondo perduto mediante voucher dell’importo massimo di 10.000 euro per digitalizzazione e ammodernamento tecnologico delle PMI.

I finanziamenti saranno stanziati per investimenti riguardanti:

  • l’acquisto di software
  • l’acquisto di hardware
  • per lo sviluppo di soluzioni  e-commerce
  • la connettività a banda larga o ultralarga
  • la formazione del personale nel campo ICT

Secondo Google solo il 34% delle piccole e medie imprese italiane dispone di un sito web e solamente il 13% lo utilizza per fare e-commerce. Un’impresa digitalizzata gode di vantaggi economici in termini di competitività, esportazioni e nuove opportunità sul mercato interno.

L’obiettivo degli incentivi a fondo perduto per la digitalizzazione delle Pmi è quello di contribuire a diffondere la cultura dell’innovazione e favorire la digitalizzazione delle imprese.

Saranno le singole regioni a definire nel concreto gli interventi agevolabili e l’erogazione dei contributi da parte delle Regioni seguirà un criterio cronologico delle richieste, dopo aver verificato il possesso dei requisiti di accesso.

Presto saranno disponibili maggiori dettagli sul bando per gli Incentivi a fondo perduto per la digitalizzazione delle Pmi.

Torna indietro