News.

DELOITTE pubblica TMT Predictions 2014

a cura di Fabrizio Mastroianni

Le Previsioni sull’evoluzione nel mondo delle Comunicazioni

In questi giorni sono state rese pubbliche le TMT Predictions 2014 che Deloitte elabora ogni anno sulle principali tendenze e novità che caratterizzeranno a livello globale il panorama tecnologico dell’anno appena iniziato.

 

Guardiamo qualche novità che potrebbe aiutarci a delineare il corretto asset dei piani di telefonia mobile tenendo conto degli SMS e del pacchetto Internet in Mobilità:

 

“Gli SMS lasciano il campo agli Instant Messages.

Nel 2014 saranno inviati 50 miliardi di Instant Messages al giorno, più del doppio rispetto al numero di SMS (21 miliardi al giorno).



Il mondo delle Telco è fortemente impattato dall’introduzione di nuove tecnologie e innovazioni che cambiano le modalità di comunicare degli utenti.

SMS, MMS e telefonate sono sempre più spesso affiancate, e a volte sostituite, dall’utilizzo dei servizi di Instant Messaging che permettono di condividere messaggi di testo, immagini e video facilmente e a costi ridotti.



Nel 2014 saranno inviati oltre 2 Instant Messages ogni SMS, in forte crescita rispetto al 2012 quando il rapporto era pari a 1.1.

In termini di valore saranno gli SMS a fare la parte del leone che totalizzeranno un fatturato di circa $100 miliardi nel 2014, circa 50 volte il turnover degli Instant Messages.


L’evoluzione dei terminali rappresenta un altro elemento fortemente innovativo in ambito Telco. In quest’ambito si nota la “stratificazione” del mercato dei Tablet caratterizzato da tanti modelli con funzionalità, dimensioni e prezzi molto diversi.

Deloitte prevede che nel Q1 2014 avverrà il sorpasso dei “mini-Tablet” sui “Tablet” con 165 milioni di unità vendute vs 160 milioni. Il trend si conferma nelle vendite dei “Phablet”, i cellulare ibridi Phone e Tablet, che nel 2014 saranno pari a 10 volte i volumi del 2012!



Nel 2014 aumenterà fortemente l’adozione di Smartphone da parte del segmento Over 55, il cui tasso di penetrazione salirà al 50% e nel 2020 si attesterà al 70%.

Il “digital divide anagrafico”, però, rischia di non ridursi altrettanto in quanto molti utenti over 55 utilizzeranno gli Smartphone solo per telefonare. Nel 2014 si prevede che il 25% dei proprietari di Smartphone sopra i 55 anni di età non scaricherà neanche un’App.”

Torna indietro